Nel fascino di Capri, l’ultima notte dell’anno è tutta ‘Anema e Core’

Nel fascino di Capri, l’ultima notte dell’anno è tutta ‘Anema e Core’

Guido Lembo, il musicista che ha fondato la taverna ‘Anema e Core’ di Capri e l’ha resa un’attrazione (Ph courtesy Gianluigi Lembo e Annalisa Usai)

Si chiama anima, si dice anema. Perché nell’anema c’è la ragione che fa suonare le emozioni, solleticare un sorriso, suscitare un ricordo. 
E’ la filosofia della taverna musicale “Anema e Core” che da anni incanta i viaggiatori a Capri con il coinvolgimento del suo fondatore Guido Lembo. 
Energia, tradizione, musica e coinvolgimento sono gli elementi chiave di una location incastonata nella suadente e suggestiva isola dove, durante le notti dell’anno, e soprattutto a Capodanno, risuonano le note di musica live in un ambiente folkloristico e divertente. 
 
Anema e Core nasce ventidue anni fa dall’idea di Guido Lembo che inaugura una vera e propria rivoluzione artistica concentrata sull’interazione fisica con gli spettatori allontanandosi dall’antico concetto di taverna tipica napoletana e diventando ben presto una valida alternativa alla discoteca. 
 
Guido Lembo nasce a Capri, da una famiglia di umili pescatori e cresce con una smisurata voglia di fare musica. All’età di sedici anni sceglie di partire per un lungo viaggio introspettivo che lo conduce a lavorare nel ristorante “Gattopardo” di Londra. Solo dopo esser stato spronato dal proprietario del locale ad esibirsi alla chitarra, con un repertorio di canzoni napoletane, inizia a credere di poter realizzare il suo più grande sogno da musicista. 
Dopo Londra, lo chansonnier caprese si sposta in Germania, Svizzera, Belgio fino ad arrivare a New York City dove, entrando nel locale “Baraonda”, rimane incantato da come le persone si divertissero con spensieratezza a cantare e ballare sui tavoli. 
 
Da quel momento Lembo ha voluto riproporre lo stesso ambiente a Capri nella sua taverna musicale Anema e Core. Il coinvolgimento attivo del pubblico gli ha assicurato il successo popolare ed internazionale ospitando molti personaggi famosi. Guido Lembo canta tammurriate, pizziche, tarante e tarantelle con la cantante americana Jennifer Lopez, Luciano Pavarotti e Domenico Modugno, Mariah Carey; si esibisce in presenza della celebre pop star Beyoncè accompagnata da suo marito Jay Z, l’affascinante modella Naomi Campbell, la diva hollywoodiana Penelope Cruz, il ballerino Roberto Bolle,  l’ex campione dei pesi massimi Mike Tyson e tanti altri.
 
Anema e core si differenzia dagli altri locali musicali perché è un prodotto tipico caprese; uno stemma distintivo del Made in Italy che non tramonta mai e che rimane impresso nella memoria dei viaggiatori dell’isola grazie al sound mediterraneo dettato dal travolgente show dell’interprete caprese. 
 
Lo spirito vivace di Lembo è raccontato in un’interista dove sostiene: “Se si lavora con amore, il locale va sempre più su, ma bisogna metterci il cuore. In ogni cosa che fai nella vita bisogna sempre metterci il cuore”. Sono l’amore, l’anima ed il cuore i segreti di un umile figlio di pescatori che nasce navigando le azzurre acque capresi e cresce a ritmi di una chitarra folk mediterranea. 
 
La taverna, in qualità di partner della XXI edizione della Capri Hollywood International Film Festival 2016 (quest’anno presieduta dall'americano Barry Morrow, premio Oscar per la sceneggiatura di Rain Man e dalla cantante israeliana Noa), resterà aperta dal 27 Dicembre fino a Capodanno per offrire ai suoi ospiti indimenticabili serate e momenti di festa in un’atmosfera briosa e accogliente. 
 
Anche in questa occasione, il locale si conferma il centro di ritrovo di personaggi del mondo dello spettacolo e del cinema nazionale ed internazionale, rappresentando il cuore pulsante di una Capri che non smette mai di divertirsi e che trova sempre un pretesto per festeggiare in compagnia sulle note di un repertorio tradizionale napoletano e non, alla ricerca e alla scoperta della spensieratezza.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

Recommended

Normanni, Svevi e Angioini. La Basilicata dei castelli ha il sapore del Medioevo

Normanni, Svevi e Angioini. La Basilicata dei castelli ha il sapore del Medioevo

La Basilicata può offrire un tour dal sapore medievale se si sceglie di scoprire i castelli di cui è punteggiata. Melfi ha senz'altro il castello più...
Abruzzo, regione verde d’Europa che strega gli ornitologi

Abruzzo, regione verde d’Europa che strega gli ornitologi

L’Abruzzo, regione verde d’Europa con oltre un terzo del territorio protetto – tre Parchi Nazionali (il Parco Nazionale d’Abruzzo, il più antico,...
Non solo terme, c'è una Salsomaggiore che non ti aspetti

Non solo terme, c'è una Salsomaggiore che non ti aspetti

Circondata da dolci e verdeggianti colline, la città di Salsomaggiore Terme, tra le province di Parma e Piacenza è la meta ideale per coloro che...
Maschera e boccaglio per trovare il tesoro sommerso in Adriatico

Maschera e boccaglio per trovare il tesoro sommerso in Adriatico

Con l’acqua appena al ginocchio o a pochi metri di profondità, dotati di maschera e boccaglio, si possono fare meravigliose scoperte in questo lembo...
vMosaici e convivenza tra culture, religioni e civiltà: l’incanto della Cappella Palatina di Palermo

Mosaici e convivenza tra culture, religioni e civiltà: l’incanto della Cappella Palatina di Palermo

Il 29 giugno 1143, l'arcivescovo di Taormina, Filagato da Cerami, nel corso della cerimonia di inaugurazione della Cappella Palatina, pronunciò una...

Weekly in Italian

Recent Issues