Dal sogno americano del padre abruzzese alla Guerra di Corea del figlio italo-americano

Dal sogno americano del padre abruzzese alla Guerra di Corea del figlio italo-americano

Nello Valoroso (Valorosi) nacque il 3 agosto del 1927 a Madera Country in California. Ma le sue origini, di cui andò sempre fiero, erano abruzzesi.

Infatti il padre, Alfonso, era nato a Penne (Pescara), in Contrada San Leonardo, il 2 giugno del 1890 da Giuseppe Valoroso e Maria Ridolfi. La vita della famiglia Valoroso, nella cittadina vestina, era assai dura. Lavoravano una campagna, non loro, e le soddisfazioni economiche e morali era praticamente nulle. Nel 1906 Giuseppe, il nonno di Nello, decise di emigrare alla ricerca del “sogno americano” e solo nove anni dopo fu nelle condizioni economiche di far giungere il resto della famiglia negli Stati Uniti.

Così il 26 marzo del 1913 Alfonso, la madre ed i fratelli giunsero ad “Ellis Island” a bordo della nave “Adriatic”. Alfonso successivamente conobbe l’italo-americana Emma e dal loro matrimonio nacquero Giovanni, Maria e Nello.

Negli Stati Uniti il cognome subì, come spesso capitava, una leggera trasformazione e divenne: Valorosi. Il piccolo Nello frequentò le scuole di Madera e conseguì il diploma presso la “Madera Union High School” nel 1946. Si iscrisse poi alla “California Stata University” di Fresno. Ragazzo intelligente e capace fu assunto dalla “Bank of America” di Los Banos. Era l’orgoglio dei suoi genitori che in lui vedevano realizzato il “sogno americano”.

A sconvolgere la tranquillità di quella famiglia giunse la Guerra di Corea. A Nello arrivò la chiamata alle armi. Fu inquadrato nel 9° Reggimento Fanteria, Compagnia A, 2° Divisione. Arrivò in Corea il 30 agosto del 1951. Si distinse per coraggio e per determinazione. Poi, purtroppo, l’11 settembre del 1951, in una pericolosa ed audace missione cadde sotto il fuoco nemico. Il suo corpo venne recuperato solo successivamente e fatto poi tornare, con gli onori militari, a Madera.

I suoi funerali si tennero nella Chiesa di “St. Joachim's Catholic Church” alla presenza di una enorme e commossa folla. A lui andarono numerosi riconoscimenti militari. Il 27 settembre del 1951 il “Madera Daily– News tribune “ pubblicò, in prima pagina, un importante articolo sulla sua eroica scomparsa. Oggi Nello Valorosi, figlio della terra d’Abruzzo, riposa nel “Calvary Cemetery” di Madera.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Il cuore non è forestiero: l'emigrazione e la canzone napoletana

Il cuore non è forestiero: l'emigrazione e la canzone napoletana

L’emigrazione italiana rappresenta una pagina buia e terribile della storia d’Italia: non c’è paese al mondo che si sia liberato di così tanti figli...
Affondano nel Medioevo le origini italiane che il presidente Kennedy rivelò nel 1962

Affondano nel Medioevo le origini italiane che il presidente Kennedy rivelò nel 1962

Era un’Italia intrisa di campanilismo e faziosità quella che un membro della famiglia Gherardini lasciò intorno alla fine dell’anno 1100. Erano i...
Emigrazione abruzzese: la sfortunata e tragica storia di Leonardo Persichetti

Emigrazione abruzzese: la sfortunata e tragica storia di Leonardo Persichetti

Leonardo Persichetti morì per l’irresponsabile sottovalutazione delle sue condizioni di salute da parte dei medici militari statunitensi, durante l’...
Dal sindaco al capo della polizia: a Philadelphia per barba e capelli tutti dal ‘barbiere abruzzese’

Dal sindaco al capo della polizia: a Philadelphia per barba e capelli tutti dal ‘barbiere abruzzese’

Celestino Ambrosini, uno dei più grandi barbieri di Philadelphia, era abruzzese. Nacque a Chieti nel 1858 (un’altra fonte colloca la sua data di...
Cento anni fa la Grande Guerra. Storia di Francesco Rossi, Medaglia d’Oro

Cento anni fa la Grande Guerra. Storia di Francesco Rossi, Medaglia d’Oro

Si è tenuta l’11 novembre a Paganica, presentando il volume “Cento anni fa la Grande Guerra – Il contributo reso dai cittadini in armi del Comune di...

Weekly in Italian

Recent Issues