Arredi, libri, fotografie e biblioteca storica: si arricchisce il Museo della Geotermia a Larderello

Arredi, libri, fotografie e biblioteca storica: si arricchisce il Museo della Geotermia a Larderello

E' stata inaugurata la nuova ala del Museo della Geotermia a Larderello, in piazza Leopolda, nel territorio comunale di Pomarance. Si tratta del primo piano del Palazzo de Larderel, che al piano terra ospita già il Museo della Geotermia com­pletamente interattivo che ogni anno accoglie migliaia di studenti e visitatori dalla Toscana, dall’Italia e da molte parti del mondo. 

Adesso, l’offerta culturale si arricchis­ce di questa nuova ala al primo piano che era l’abitazione del Conte Francesco De Larderel e che conserva arredi, libri, fotog­rafie e archivi originali: il materiale è stato organizzato e predisposto in 12 sale che accolgono la  biblioteca storica, le origini di Larderello, il suo sviluppo dalla chimica all’attività elettrica, l’archivio storico fotografico.

Gli arredi e il materiale sono disposti secondo una ricostruzione fedele alla realtà dell’epoca. Di grande prestigio e valore sono i testi scientifici che illustrano l’evoluzione della ricerca dalla fine dell’800 fino alla metà del ‘900, negli ambiti che sp­aziano dalla chimica alla fisica, dalla geofisica alla vulca­nologia, dalla mineralogia alla metallurgia fino all’elettro­tecnica e alla termo­tecnica.

Molto inter­essante sono anche gli arredi originali dell’epoca nonché il materiale degli archivi che racconta l’attività industriale, prima chimica e poi elettrica. Questa nuova ala sarà utilizzata per visite riservate e su prenotazione, al momento seguite direttamente da Enel Green Power che sta lavorando per organizzare una gestione condivisa con Ideal­coop, che già cura le visite guidate al piano terra del Museo della Geotermia, aperto tutto l’anno al pubblico anche per visite a ingresso libero. 

A questo proposito, al piano terra è po­ssibile anche vision­are un video di 30 minuti che consente di fare una visita vi­rtuale al primo pian­o, ripercorrendo la vita a Larderello dalla seconda metà dell’800 fino al ventesimo secolo. Si completa così un percorso museale che narra la storia della geotermia, nata ed evolutasi nel cuore caldo della Toscana, da France­sco De Larderel al principe Ginori Conti fino agli sviluppi del dopoguerra e ai giorni d’oggi con la geotermia di Enel Green Power che costituisce un’eccellenza tecnologica a livel­o internazionale. 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

A Villa Bardini a Firenze Icons di Steve McCurry

A Villa Bardini a Firenze Icons di Steve McCurry

Dal 14 giugno al 16 settembre gli spazi della Villa Bardini di Firenze ospiteranno un’ampia retrospettiva dedicata al lavoro di Steve McCurry (Darby...
Unfake Connections, la New York anni 60-70 si svela a Montesilvano

Unfake Connections, la New York anni 60-70 si svela a Montesilvano

New York negli anni Sessanta e Settanta è stata l’incubatrice di movimenti e linguaggi artistici d’avanguardia come la Pop Art, la MInimal e la...
Per la prima volta in Italia le fotografie di W. Eugene Smith e il ritratto di Pittsburgh, la città industriale più famosa del primo Novecento

Per la prima volta in Italia le fotografie di W. Eugene Smith e il ritratto di Pittsburgh, la città industriale più famosa del primo Novecento

Per la prima volta in Italia una mostra interamente dedicata all’opera che il fotografo americano W. Eugene Smith (1918-1978) ha realizzato a partire...
Palermo apre la 'Porta' della capitale italiana della cultura con la Biennale di arte contemporanea

Palermo apre la 'Porta' della capitale italiana della cultura con la Biennale di arte contemporanea

Si apre una “Porta” nell'ambito delle celebrazioni in onore di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018. Wish World International Sicilian...
Visioni differenti: gli 80 anni dell'Eur di Roma e l’idea italiana della modernità

Visioni differenti: gli 80 anni dell'Eur di Roma e l’idea italiana della modernità

Planimetrie, progetti, bozzetti e circa 200 fotografie d’arte realizzate dal maestro Carlo D’Orta: è questo il materiale che la mostra “Ottant’anni...

Weekly in Italian

Recent Issues