A Norcia riapre il primo albergo dopo il terremoto di ottobre

A Norcia riapre il primo albergo dopo il terremoto di ottobre

Il simbolo dei danni sismici ai Norcia è la rovina quasi totale della Basilica di San Benedetto, di cui resta in piedi solo la facciata

 

A Norcia, uno dei luoghi più colpiti dal terremoto di Ottobre, il 29 Aprile, riaprirà il primo Hotel in centro storico, il Relais et Chateaux Palazzo Seneca.  Un atto di amore per il territorio, un gesto di coraggio e voglia di riscatto della famiglia Bianconi che fa impresa a Norcia dal 1850, da sei generazioni. Proprietaria di cinque alberghi nella cittadina umbra, continua a dare lavoro a oltre 100 famiglie, tra dipendenti diretti ed indiretti.

Palazzo Seneca è stato dichiarato “perfettamente agibile” subito dopo il sisma del 30 Ottobre. Sono serviti, tuttavia, diversi mesi prima di riaprire le porte della struttura, per verificare le condizioni degli edifici adiacenti all’Hotel, a due passi dalla piazza San Benedetto e affinché il centro storico fosse dichiarato accessibile.

“Oltre ai puntuali sopralluoghi dei Vigili del fuoco e della Protezione Civile – dichiarano i proprietari – abbiamo fatto eseguire anche ulteriori, accurate perizie tecniche da team specializzati per garantire la massima sicurezza ai nostri collaboratori e ai tanti amici e ospiti che vogliono tornare a trovarci. La sicurezza è al centro della nostra ripartenza. In occasione dell’inaugurazione presenteremo anche un manuale delle buone pratiche da seguire in caso di sisma e il “Passaporto dei Virtuosi” per gli immobili, sul quale stiamo lavorando a fianco delle Istituzioni”.

Palazzo Seneca rappresenta un'eccellenza per l’Umbria. Il Telegraph l’anno scorso lo ha giudicato uno dei 50 migliori alberghi d’Italia.  Il suo ristorante, il Vespasia, è insignito della prestigiosa Stella Michelin. Nella sua filosofia l'utilizzo delle migliori materie prime del territorio. Da qui l'importanza della struttura per il rilancio dell'economia del luogo. 

Un ambizioso progetto di ripartenza necessita di risorse umane “speciali”, motivate, appassionate e preparate. In questa occasione sarà presentato alla città Valentino Palmisano, il nuovo Chef del Vespasia. Giudicato dalla rivista Arbitre uno dei 10 migliori Chef Italiani all’estero, Palmisano lascia il Ritz-Carlton di Kyoto per questa “sfida nella sfida”.

“La riapertura del nostro Hotel vuole rappresentare un nuovo inizio – spiegano Vincenzo e Federico Bianconi, titolari della struttura - Norcia è stata ferita gravemente nel suo corpo. Tuttavia per noi è lo spirito che conta e con quello intendiamo dare il via al nostro “Risorgimento”. La riapertura dell’albergo sarà una spinta ulteriore per l’intera cittadina. Per questo, attraverso la nostra fondazione, abbiamo deciso di devolvere il 20% del ricavato dalla vendita delle camere del Relais & Chateaux Palazzo Seneca, per tutta la primavera e l’estate, per sostenere due progetti sociali che saranno presentati durante l’appuntamento”.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

Recommended

La primavera in laguna è una gara al femminile che omaggia la tradizione remiera

La primavera in laguna è una gara al femminile che omaggia la tradizione remiera

La primavera in laguna è davvero alle porte. Giornate di sole no-stop inframmezzate da qualche scorcio di nuvole. L'aria è ancora freddina ma la...
Appena fuori Milano, quattro secoli di arte nel Tempio dell’Incoronata di Lodi

Appena fuori Milano, quattro secoli di arte nel Tempio dell’Incoronata di Lodi

Appena fuori Milano la campagna, che sembra dominare ovunque, viene interrotta da alcune cittadine che non hanno il traffico e il movimento della...
A Pentecoste non perdete la suggestiva pioggia di rose rosse dal lucernaio del Pantheon di Roma

A Pentecoste non perdete la suggestiva pioggia di rose rosse dal lucernaio del Pantheon di Roma

La Pentecoste, che cade nella domenica successiva il cinquantesimo giorno dopo il sabato di Pasqua, nella tradizione cristiana commemora la discesa...
A Cortona per riappropriarsi della memoria storica della Grande Guerra

A Cortona per riappropriarsi della memoria storica della Grande Guerra

Tra i tanti buoni motivi per visitare Cortona, antica città di origine etrusca, di cui conserva ancora le mura, c’è anche una mostra che aiuta a...
Firenze con gli occhi di Ramon Van der Ven

Firenze con gli occhi di Ramon Van der Ven

Fino al 19 maggio l’Istituto Universitario Olandese di Storia dell’Arte di Firenze ospita la mostra Italian Hours, che raccoglie 28 dipinti...

Weekly in Italian

Recent Issues