Timballo, corto sull’integrazione dove la fusione di culture sta in un mix di sapori

Timballo, corto sull’integrazione dove la fusione di culture sta in un mix di sapori

Dopo le varie partecipazioni a importanti festival italiani nell’ambito del tour promozionale, il cortometraggio “Timballo” - girato a Campli (Teramo) e incentrato sul tema dell’integrazione e in particolare dell’incontro tra culture realizzato attraverso il cibo – è stato proiettato per la prima volta in Abruzzo in occasione del Roseto Opera Prima il concorso ideato dal grande regista e sceneggiatore teramano Tonino Valerii, scomparso lo scorso ottobre e che vedrà la partecipazione di grandi nomi del cinema e della cultura. Una importante vetrina per il corto diretto da Maurizio Forcella con un cast significativo e importante con due interpreti da Oscar come Ivan Franek (La grande Bellezza) e Maria Grazia Cucinotta (Il Postino) oltre a tanti altri attori noti e apprezzati.

Il corto, girato tra maggio e giugno del 2016, è stato ambientato a Campli, in provincia di Teramo, dove vive una cuoca che si chiama Adelina. Lei ha un sogno. Quello di far assaggiare il suo particolare timballo alla conduttrice di un programma di cucina. Riuscirà nell’intento grazie a tre idraulici migranti che la aiuteranno nell'invenzione di una ricetta che sposa elementi tradizionali a altri innovativi: un timballo al cous-cous.

Il film, per la regia di Maurizio Forcella, che ha diretto anche "Come fosse per sempre" del 2014, si avvale della sceneggiatura di Pietro Albino Di Pasquale, che ha firmato numerosi film che si sono distinti nei più importanti festival di cinema, e ha visto nel cast oltre Ivan Franek e Maria Grazia Cucinotta anche Niko Mucci, attore anche nel film "Il sindaco Pescatore"; Nunzia Schiano attrice nei film "Benvenuti al Nord" e "Benvenuti al Sud"; Fabio Balsamo molto noto nel web per la collaborazione con i "The Jackal"; Manuel D’Amario impegnato in teatro e in varie produzioni nazionali e l’africanista Mukuna Samulomba Malaku esperto di Diritto Europeo oltre che membro del direttivo del Consiglio mondiale del Panafricanismo che si è cimentato brillantemente nell’interpretazione di un migrante. La colonna sonora è di Gianluigi Antonelli.

 Il corto è già presente in tanti festival in giro per il mondo e in eventi enogastronomici, mentre per il 2018 è già al vaglio la messa in onda nelle emittenti nazionali e internazionali. Un film molto apprezzato tanto da vincere il Bando Mibact-Siae "Sillumina" 2016 - sezione Cinema. Recentemente proiettato al Salento Finibus Terrae di Conversano dove ha ottenuto il premio della giuria con questa motivazione: “Per la ricerca di un nuovo linguaggio, brillante e riusciti, di celebrare il rilievo e l’importanza dell’inclusione. La fusione di culture attraverso la commistione dei sapori, il valore dell’integrazione tramite il linguaggio del cinema”. Da segnalare ad agosto la partecipazione ad Amatrice per l’evento benefico “L’Aquila Ama Amatrice”. Timballo dopo gli eventi sismici che hanno colpito il centro Italia e anche Campli, set del lavoro, che ha subito danni a molti edifici pubblici e privati, ha assunto anche un altro valore. Quello di tenere alta l’attenzione su quanto accaduto anche in questo comune per una rapida ricostruzione e una ripresa del turismo.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

A Los Angeles l'arte della pizza napoletana si sposa con Cinema Italian Style

A Los Angeles l'arte della pizza napoletana si sposa con Cinema Italian Style

In occasione della seconda edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo (13-19 novembre 2017), l’ Istituto Italiano di Cultura di Los...
A Roma il primo festival cinematografico internazionale dedicato alle malattie rare

A Roma il primo festival cinematografico internazionale dedicato alle malattie rare

Prorogato al 18 novembre 2017 il bando di concorso per “Uno sguardo raro”, il festival di cinema dedicato alle malattie rare, alla sua terza edizione...
I temi controversi di ‘Una famiglia’ nella seconda opera del regista siciliano Sebastiano Riso

I temi controversi di ‘Una famiglia’ nella seconda opera del regista siciliano Sebastiano Riso

Un appartamento isolato nella periferia di una non troppo identificabile Roma. Lì dentro, una donna non esce (quasi) mai di casa. Il suo nome è Maria...
Bestie di scena di Emma Dante al teatro Argentina riassume la poetica radicale della drammaturga siciliana

Bestie di scena di Emma Dante al teatro Argentina riassume la poetica radicale della drammaturga siciliana

Performance artistica difficilmente collocabile come genere, “ Bestie di scena ”, ideato e diretto da Emma Dante, è un esperimento radicale in cui...
Sontuosi 'Incontri ravvicinati' alla Festa del Cinema di Roma 2017

Sontuosi 'Incontri ravvicinati' alla Festa del Cinema di Roma 2017

Grandi film e grandissimi incontri alla XII della Festa del Cinema di Roma: 39 film e documentari nella Selezione Ufficiale. 4 Eventi Speciali. 12...

Weekly in Italian

Recent Issues