Surviving the heat with Italy’s summer treats

We can talk gelato or granita all day long, and they certainly do have their respected places in Italian summer-survival protocol, but there is more - much more - to rely upon when one finds they are pretty much melting under a Tuscan sun

Ah, the good ol’ summer time! Breezy lazy days of child-like freedom fill the weeks as attire lightens along with our moods; backyard bar-b-ques, sand sifting between toes, and blue skies rule the days, while star-filled heavens and fireflies guide the nights. The world is sun-kissed and ablaze with the season’s enchanting offerings…and its heat. Lots and lots of blazing, endless, scorching heat. 

By late summer, most of us find ourselves wondering what we thought was so great about this time of year as we mop our brow and check the daily forecast in hopes of some respite from the sweltering heat. I’ve often marveled at how our Italian friends seem to bear the sultriness of summer much more elegantly than I. With no air-conditioning. Unimaginable for those us in the southern United States! 

But as with many aspects of the Italian lifestyle, the answer seems to percolate down to food and drink – the cure-all combo for all that ails you, both real and imagined. Having sampled any number of cool delights that bring an ahhh of relief when the weather is caldo, survival until fall can become quite enjoyable! 

We can talk gelato or granita all day long, and they certainly do have their respected places in Italian summer-survival protocol, but there is more - much more - to rely upon when one finds they are pretty much melting under a Tuscan sun. 

Caffé Shakerato is Italy’s answer to American iced coffee

Sip Away the Heat
Too hot for caffé? Not to worry – you can have your coffee and stay cool when the temps on the cobbled streets soar skyward. Want to keep it simple? Order up a Caffé Shakerato – Italy’s answer to American iced coffee. A little simple syrup and a fresh shot of espresso are shaken with ice until a lush froth develops. Do not – repeat – do not include the ice as the drink is ceremoniously poured into a martini glass (but of course) and garnished with a dusting of cocoa or cinnamon. Feeling a little frisky? Add a splash of sambuca or amaretto. Not hard to imagine yourself lounging under an umbrella in a gorgeous piazza when this is in your cool hand. 

The Shakerato’s sweeter sister is the Affogato – a coffee-ized version of a root beer float. And the work is minimal when it’s so hot it’s a chore to move. Garner the energy to pull up a couple of scoops of vanilla (or chocolate or caffé) gelato into a mug, douse with a shot of espresso, then sprinkle on some chocolate shavings if any energy is left. Or simply walk into a bar and say, “Un affogato, per favore!” 

Bellini: fresh peach purée combined with prosecco makes for a fantastically pleasing and refreshing drink now known world-wide

If caffeine is not on your to-do list, say thank you to Giuseppe Cipriani, the past owner of Harry’s Bar in Venezia, who concocted the first Peach Bellini in 1948. Fresh peach  purée  combined with prosecco makes for a fantastically pleasing and refreshing drink now known world-wide. Cin-cin!

Let’s Move on to Things That Require a Spoon 
From the simple Grattachecca found on Rome’s streets – shaved ice bathed in a sweet sciroppo (syrup) – to the time intensive and elegant Cassata Siciliana – Sicily’s elaborate and delish sponge cake soaked in liqueur or fruit juice, then layered with a cannoli-type filling or gelato and cloaked in marzipan – a delectable array of dolci can be found throughout Italy that will definitely help beat the heat. Or at least make you forget about it for the time it takes to indulge in one. Just don’t volunteer to make the Cassata – my personal attempt equated to a day of toil in a hot kitchen. Kind of defeats the purpose! 

If passing through Florence, stop off for a local treat known as Zuccotto

If passing through Florence, stop off for a local treat known as Zuccotto. This cool delight is a marriage of cake, ice cream, liqueur - and maybe some chocolate - all snuggled together in a dome-shaped heap just daring you to dig in. The voting is incomplete on whether this half-round goodie is in honor of Brunelleschi’s famed Florentine dome, or simply resembles a cooked pumpkin (hence zuccotto), but there’s no debate on its ability to cool a sweaty brow. 

And while we’re on the subject of creamy, cool, mouth-watering dome-shaped edibles, cue the Spuma and Tartufo – both lesser known desserts from the south of Italy consisting of delicious strata of gelato. While the Spuma (translation: foam) is designed with gelato, most typically cherry, pistachio, and vanilla, mixed with whipped cream then stacked with fruit and nut bits, the Tartufo (named after the gnarly underground mushroom due to appearance only!) is the purist form, constructed of undiluted gelato layered with frozen fruit and a chocolate or cocoa shell. Mamma mia!

In my travels throughout Italy, it seems that semifreddo can be found on most any dessert menu. The easy part is eating one; the hard part is answering the question – What’s a semifreddo? Literally translated, semifreddo means half-frozen. Sounds like a nice way of saying melted. Ah, but it’s not, this magical conglomeration of frozen whipped cream and gelato. The basic foundation is plated slab-style, then dolled up  any number of spectacular ways depending on the whims of the chef. This light, fluffy, and oh-so-satisfying half-frozen gem should be ordered every chance you get. 

Trying to label one of these aforementioned delectables as “best” would be akin to declaring any particular pasta in the same manner; it’s all about preference. But one just might stand above the others considering its simplicity and ingredients – the humble but elegant Zabaglione of the Piedmont region in northern Italy. A creamy medley of egg yolks, sugar, wine and a whole lot of whisking, this dolce is a comfort-food star served stand-alone or over some lucky staple such as a crostata or torta. Pondering a recipe was enough to convince me it’d probably go the way of my Cassata experience – fun but too much work in a summer-time kitchen. Thus, I keep an eye peeled for this culinary experience whenever I’m up north. 

Out of curiosity, I polled a collection of my Italian friends for consideration of a favorite cool-off treat from their region. Surprisingly, the almost unanimous answer was cocomero freschissimo – good ol’ fashioned chilled watermelon.  Hard to beat the elegant simplicity of nature! 

Summer time and the living is easy — somewhat. But it can be a lot easier when cooling off   with some of the best of Italy’s coolest delights. Mangia (e bevi) bene!   
 

Ah, il buon tempo d'estate! Pigri e ariosi giorni di libertà infantile riempiono le settimane mentre l'abbigliamento si alleggerisce insieme ai nostri umori; i barbeque in cortile, la sabbia che s’infila tra le dita dei piedi e i cieli azzurri regolano i giorni, mentre i cieli stellati e le lucciole riempiono le notti. Il mondo è baciato e infiammato dall’incantevole offerta della stagione ... e dal suo caldo. Un sacco di caldo, infinito e scottante.

Alla fine dell'estate, la maggior parte di noi si ritrova a domandarsi cosa sia stato così fantastico in questo periodo dell'anno, mentre asciughiamo la fronte e controlliamo le previsioni quotidiane, sperando di trovare un po 'di sollievo dal caldo opprimente. Mi sono spesso stupita di come i nostri amici italiani sembrino sopportare l’afosità estiva molto più elegantemente di me. Senza aria condizionata. Inimmaginabile per noi degli Stati Uniti meridionali!

Come per molti aspetti dello stile di vita italiano, la risposta sembra scivolare su cibi e bevande - la cura, il toccasana per tutto ciò che preoccupa, sia reale che immaginario. Prendendo in considerazione un certo numero di fresche delizie che portano un ahhh di sollievo quando il tempo è caldo, la sopravvivenza fino all’autunno può diventare molto piacevole!

Possiamo parlare di gelato o di granita per tutto il giorno e certamente hanno i loro rispettabili posti nel protocollo di sopravvivenza estiva italiana, ma c'è di più .... Molto di più ... su cui fare affidamento quando si scopre che si sciolgono molto meglio sotto un sole toscano.

Sorseggiate via il caldo
Troppo caldo per un caffè? Non preoccupatevi - potete avere il vostro caffè e rimanere freschi quando la polvere sulle strade acciottolate sale verso il cielo. Lo volete semplice? Ordinate un Caffé Shakerato, la risposta italiana al caffè ghiacciato americano. Un po’ di semplice sciroppo e un fresco goccio di espresso vengono mescolati con ghiaccio fino a quando si sviluppa una schiuma rigogliosa. Non - ripeto - non aggiungete ghiaccio perchè la bevanda viene versata cerimoniosamente in un bicchiere da martini (ovviamente) e guarnita con una spolverata di cacao o di cannella. Vi sentite vivaci? Aggiungete uno spruzzo di sambuca o amaretto. Non è difficile immaginare di stare sdraiati sotto un ombrellone in una splendida piazza con in mano questa fresca bevanda.  

La forma più dolce dello Shakerato è l'Affogato, versione al caffè di un affogato alla birra di radici. Lo sforzo è minimo quando fa così caldo ed è una fatica muoversi. Basta l'energia per tirare su un paio di cucchiai di gelato alla vaniglia (o al cioccolato o al caffé) in una tazza, dosarli con un espresso, poi cospargere alcuni trucioli di cioccolato se rimane un po’ d’energia. O semplicemente entrare in un bar e dire: "Un Affogato, per favore!"

Se la caffeina non è gradita, dite grazie a Giuseppe Cipriani, il vecchio proprietario dell’Harry’s Bar di Venezia che preparò la prima Pesca Bellini nel 1948. Fresco purè di pesca combinato con prosecco ecco una bibita fantasticamente piacevole e rinfrescante nota nel mondo. Cin-cin!

Ma passiamo alle cose che richiedono un cucchiaio
Dalla semplice Grattachecca che si trova sulle strade di Roma - ghiaccio rasato in dolce sciroppo – alla altamente impegnativa ed elegante Cassata Siciliana - l'elaborata e deliziosa torta spugnosa immersa nel liquore o nel succo di frutta, poi stratificata con un ripieno tipo cannoli o gelato, in un contenitore di marzapane - si può trovare in tutta Italia una vasta gamma di dolci che aiuteranno sicuramente a battere il caldo. O almeno ve lo faranno dimenticare per il tempo necessario a indulgere in uno di questi dolci. Basta non offrirsi volontari per fare la Cassata - il mio tentativo personale è equiparabile a una giornata di fatica in una cucina calda. Queste cose capitano!

Se passate per Firenze, fermatevi per un prodotto locale chiamato Zuccotto. Questa fresca gioia è un matrimonio di torta, gelato, liquore ... e forse un po 'di cioccolato ... tutti legati insieme in un cumulo a forma di cupola che ti dispiace scavarci dentro. La descrizione è incompleta se non si dice che questa bontà semisferica è in onore alla famosa cupola fiorentina di Brunelleschi, o semplicemente somiglia a una zucca cucinata (quindi zuccotto), ma non c'è dibattito sulla sua capacità di raffreddare una fronte sudata.

E mentre ci troviamo in tema di creme, fresche, rinfrescanti, a forma di cupola, ecco la Spuma e il Tartufo – dolci meno conosciuti del Sud d'Italia che consistono in deliziosi strati di gelato. Mentre la Spuma è stata concepita con gelato, tipicamente ciliegia, pistacchio e vaniglia, mescolato con panna montata poi impilato con frutta e noci, il Tartufo (chiamato solo per l’aspetto come il sotterraneo fungo nodoso!) è la forma più pura, costruita con gelato non diluito stratificato con frutta congelata e un guscio di cioccolato o di cacao. Mamma mia!

Nei miei viaggi in tutta Italia, sembra che il semifreddo possa essere trovato sulla maggior parte dei menù di dessert. La parte facile è mangiarne uno. La parte difficile è rispondere alla domanda - che cosa è un semifreddo? Letteralmente tradotto, semifreddo significa semi congelato.  

Suona come un bel modo di dire sciolto. Ah, ma questo conglomerato magico di panna montata congelata e gelato non lo è. La base è piatta come una lastra, poi è abbellito da un numero qualsiasi di soluzioni spettacolari a seconda dei capricci dello chef. Questo gioiello semi-congelato leggero, soffice e oh-così-soddisfacente, dovrebbe essere ordinato ogni volta che se ne ha la possibilità.

Cercare di etichettare una di queste delizie come la "migliore" sarebbe come etichettare qualsiasi particolare pasta nello stesso modo. Dipende tutto da cosa si preferisce. Ma una potrebbe stare al di sopra delle altre considerando la sua semplicità e gli ingredienti: l'umile ma elegante Zabaglione del Piemonte nel nord Italia. Un battuto cremoso di tuorli d'uovo, di zucchero, di vino ... frullato a lungo ... questo dolce è una stella della cucina povera che è servito da solo o su alcuni piatti fortunati come una crostata o una torta. Pensare a una ricetta è stato sufficiente per convincermi che sarebbe probabilmente stato come tornare sulla strada della mia esperienza con la cassata - divertente ma troppo lavoro in cucina d’estate. Quindi, tengo gli occhi aperti per questa esperienza culinaria ogni volta che sono al Nord.

Per curiosità, ho chiesto a un gruppo di amici italiani di conoscere il loro dolce   rinfrescante preferito della loro regione. Sorprendentemente, la risposta quasi unanime è stata il Cocomero Freschissimo - il caro vecchio buon cocomero fresco. Difficile battere l'elegante semplicità della natura!
Il tempo estivo e la vita sono facili talvolta. Ma può essere molto più facile quando si raffredda con alcune delle migliori delizie italiane. Mangia (e bevi) bene!

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Fall in love with farro

When I first started making farro, I would have to make a special trip to our not-so-local Italian market to purchase it. It was a labor of love...

Pasta con la broccola, pasta with cauliflower

A while back, we were invited to Windsor, Ontario, to meet Nonna Gina and her family who were gracious enough to share a couple of family favourite...

Brodo - Homemade Chicken Broth

The first few days of chilly weather are a gentle nudge to put a pot of homemade brodo on the stove! I love when my family comes home and...

Chestnut flour: Tuscany simple treasure 

I am just back from a trip to my little home in Montalcino, in Tuscany where the long, hot summer has come to a close. There was finally a chill in...

Lentil Soup- good for the body, mind, and soul

Lentils, (Lens culinaris), part of the pulse family, are one of the first domesticated crops in human history and have fed populations for thousands...

Weekly in Italian

Recent Issues