Savor Summer All Year Long ... Homemade "Canned" Tomatoes

This recipe will produce the perfect base to use with dishes later in the year. Photo by stokkete
 

You know that old Star Trek episode where Captain Kirk is buried up his neck in Tribbles? That’s what I feel like right now, because my tomato plants are producing baskets and baskets of Roma and San Marzano tomato every day.  

Urban gardening in Los Angeles has turned out to be pretty easy. Driven by the drought of last year, I ripped out my front lawn and put in raised planter beds with a drip system. I planted kale, Swiss chard, lettuce greens and fava beans over the winter.  As soon as I could put my hands on tomato starts, I got them in the ground.

At first canning tomatoes seems like a daunting task, but if you’re going for a simple strained sauce (a.k.a Marinara), it’s pretty easy. Photo by dmitrimaruta

In Los Angeles, tomato plants can keep producing well into October. I found the biggest challenge with raised bed planting is “tomato end rot.” Tomatoes love calcium so you need to be constantly feeding them with a good organic fertilizer. I put down a lot of calcium, too, using products found at garden stores made from ground oyster shells.  

Now comes the question – what to do with all these tomatoes? For this, I took a page off my Aunt Jennie who was a world-class canner. At first canning tomatoes seems like a daunting task, but if you’re going for a simple strained sauce (a.k.a Marinara), it’s pretty easy.  

This recipe will produce the perfect base to use with dishes later in the year. Photo by vkuslandia

So here’s how to do it. You’re going to need a good quantity of Ball jars (I use wide mouth 1-pint size), a canning lifter and a “food mill” with a small holed disk.

This recipe will produce the perfect base to use with dishes later in the year. Keeping this simple with minimal salt and other seasonings allows you to be creative with the sauce in dishes. Also, I’m not going to even attempt at state quantities here. This all about how many tomatoes you can get your hands on!

Keeping this simple with minimal salt and other seasonings allows you to be creative with the sauce in dishes

Homemade and Canned Tomato Sauce
Ingredients and Directions:
• One or more yellow onion, diced
• 6 or so cloves of garlic, peeled, crushed and roughly chopped
• Extra virgin olive oil
• Washed and stemmed fresh Roma or San Marzano tomatoes
• Several big sprigs of basil, leaves removed from stems (and discard stems)
•  5 or 10 sprigs of thyme

Instructions:
1. Place the tomatoes in a large heavy bottom pot, place on medium heat and drizzle in several teaspoons of extra virgin olive oil. Let the oil warm and then add the onions. Sprinkle a little salt on the onions and then cover to let them “sweat." Stir occasionally.

2. After the onions have softened, add the garlic and let it slightly brown.

3.Add all the tomatoes to the pot (you can chop them up before you put them, but there’s really no need)

4.Add the basil and thyme.

5.Give the whole pot a big tumbling toss with a wooden spoon and cover. The tomatoes with start to breakdown immediately and should be completely broken down in about 30 to 45 minutes. You can help the process along by smashing tomatoes to the side of the pot with a wooden spoon.

6. Let the mixture cool somewhat so it’s easier to handle. Pick out the thyme stems but don’t worry if you miss some, you’ll catch them in the food mill.

7.Set up a food mill over another pot and ladle in the cooked tomatoes. Start cranking the food mill to get all the moisture out so you are just left with skins and seeds. Scrape off the pulp from the bottom of the food mill into the pot. Repeat until you’ve milled all the tomatoes.

8.Now sterilize the Ball jars and lids. You can do this either by running them through your dishwasher with no soap or in a big pot of boiling water. Be careful not to touch the inside of the jars or lids at this point.

9.Using a measuring cup or ladle, fill each jar to about a ½-inch below the rim with tomato sauce. Put the rubber ringed lid on the jar and the lightly screw the ring lid on – don’t tighten it.

10. Now place the jars in another heavy bottom pot (depending on the number of jars, you may have to do this in batches). Add water around the jars until it reaches about middle of the ring lid.

11. Now this is the part when you should be very careful. You can easily burn yourself. Bring the water to a boil. Once it boils, “process” the sauce for 30 minutes (you might have to add more water along if the water level lowers.

12. Using a canning lifter, remove the jars to a tray. In less then a minute, you should hear the lids “pop” as the vacuum in the jar is formed. You’ll know this worked when the divot in the center rubber ring inverts downward.

13. Tighten the ring lid. Let the jars cool completely and store away in your cabinet or pantry for future use.

Sai quel vecchio episodio di Star Trek in cui il capitano Kirk è sepolto fino al collo dai Triboli? Ora mi sento proprio così perché le mie piante di pomodoro stanno producendo quotidianamente cesti e cesti di pomodori Roma e San Marzano.

Il giardinaggio urbano a Los Angeles si è rivelato piuttosto facile. Indotto dalla siccità dello scorso anno, ho tolto il prato davanti e ho messo coltivazioni sopraelevate in vaso con un sistema di gocciolamento. Ho piantato cavolo, bietole, lattuga e fave durante l'inverno. Non appena ho potuto mettere le mani sulle piantine di pomodoro, le ho messe a terra.

A Los Angeles, le piante di pomodoro possono continuare a produrre bene fino a ottobre. Ho capito che la sfida più grande con la piantagione sopraelevata è che "il pomodoro finisce per marcire". I pomodori amano il calcio quindi bisogna costantemente alimentarli con un buon concime organico. Ho messo anche un sacco di calcio utilizzando prodotti trovati nei negozi di giardinaggio fatti da basi di gusci di ostriche.

Ora arriva la domanda: cosa fare con tutti questi pomodori? Per questo ho preso esempio da mia zia Jennie che era una “conservatrice” di classe mondiale. All'inizio le conserve di pomodori sembrano un compito scoraggiante ma se provate con una semplice salsa scolata (tipo la Marinara), sono abbastanza facili.

Ecco come fare. Avrete bisogno di una buona quantità di vasetti a sfera (uso una larghezza di 1 pollice a bocca larga), un sollevatore da inscatolamento e un "passatutto" con un piccolo disco rigido.

Questa ricetta sarà una base perfetta da utilizzare nei vari piatti, più in là durante l'anno. Mantenendola semplice con il sale e gli altri condimenti al minimo, vi consentirà di essere creativi con la salsa nelle pietanze. Inoltre, non voglio nemmeno cercare di ottenere quantitativi precisi. Qui dipende da quanti pomodori vi stanno in mano!

Salsa di pomodoro fatta in casa e inscatolata
Ingredienti e istruzioni:
• Una o più cipolle gialle, tagliate a cubetti
• circa 6 spicchi d'aglio, sbucciati, schiacciati e grossolanamente tagliati
• Olio extravergine d'oliva
• Pomodori freschi Roma o San Marzano lavati e senza gambo
• Molti rametti di basilico, foglie rimosse dagli steli e gambi scartati
• 5 o 10 rametti di timo

Istruzioni
1. In una grande pentola dal fondo pesante, abbastanza grande da contenere i pomodori, mettere a fuoco medio e versare diversi cucchiaini di olio extra vergine di oliva. Lasciare scaldare l'olio e aggiungere le cipolle. Aggiungere un po’ di sale sulle cipolle e poi coprirle per farle "sudare". Mescolare occasionalmente.

2. Dopo che le cipolle si saranno ammorbidite, aggiungere l'aglio e lasciarlo leggermente scurire.

3. Aggiungere tutti i pomodori alla pentola (potete tagliarli prima di metterli, ma non ce n’è veramente bisogno)

4. Aggiungere il basilico e il timo.

5. Dare a tutta la pentola una grande mescolata con un cucchiaio di legno e coprire. I pomodori inizieranno immediatamente a rompersi e dovrebbero essere completamente sfatti in circa 30-45 minuti. Potete aiutare il processo rompendo i pomodori al lato della pentola con un cucchiaio di legno.

6. Lasciare raffreddare la miscela in modo che sia più facile da maneggiare. Scegliere i gambi di timo, ma non preoccupatevi se ne manca qualcuno, li recupererete nel passatutto.

7. Mettere il passatutto su un’altra pentola e con il mestolo prendere i pomodori cotti. Girate la manovella del passatutto per ottenere che esca tutta l'umidità in modo che restino pelle e semi. Staccare la polpa dalla parte inferiore del passatutto dentro la pentola. Ripetere fino a che non avrete macinato tutti i pomodori.

8. Ora sterilizzare i vasi e i coperchi. È possibile farlo sia passandoli in lavastoviglie senza detersivo o con una grande pentola di acqua bollente. Attenzione a non toccare l'interno dei vasi o dei coperchi a questo punto.  

9. Utilizzando una tazza di misurazione o un mestolo riempite con la salsa di pomodoro ogni barattolo fino a circa un ½-pollice sotto il bordo. Mettere il coperchio con l’anello di gomma sul vasetto e avvitare leggermente il coperchio dell'anello - non stringerlo.

10.Ora posizionare i vasetti in un'altra pentola dal fondo pesante (a seconda del numero di barattoli, potrebbe essere necessario farlo in lotti). Aggiungere acqua intorno ai barattoli fino a raggiungere la metà del coperchio.  

11. Ora questa è la parte in cui dovrete essere molto attenti. È facile bruciarsi. Portare l'acqua a ebollizione. Una volta che bolle, "cuocete" la salsa per 30 minuti (potrebbe essere necessario aggiungere più acqua se il livello dell'acqua si abbassa).

12. Utilizzando un sollevatore da conservazione, rimuovere i vasetti in un vassoio. In meno di un minuto, si dovrebbe sentire i coperchi fare "pop" non appena si forma il vuoto nel vasetto. Saprete che questo ha funzionato quando l’incavo nel centro del coperchio ha invertito la posizione verso il basso.

13.Serrare il coperchio all'anello. Lasciate che i vasetti si raffreddino completamente e conservateli nell’armadio o nella dispensa per un uso futuro.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

Recommended

Spiedini, speducci and arrosticini!

Spiedini, speducci and arrosticini: let’s talk about the difference… Or not! Let’s face it, they all lead to the same thing - little morsels of meat...

Playing with grapes: do try this at home

With the season drawing to a close, the bounty of summer is starting to taper off. I still love the juicy goodness of my fresh tomatoes and the...

Melanzane ripiene, stuffed eggplants

No other topic, not even religion or politics, provokes such enthusiastic discussion in my mother’s family like melanzane ripiene, or stuffed...

Pasta alla Parmigiana

As the end of summer approaches in North America, we see an abundance of fresh fruits and vegetables everywhere. Of course we have the usual suspects...

Massaged kale “Caprese-ish” salad

Kale. The “super food”. It’s everywhere: kale salads, kale chips, kale and rice bowls, kale extracts, kale and spinach green tea hyaluronic acid age...

Weekly in Italian

Recent Issues