Leonardo DiCaprio invests in an Italian start-up: Hippeas

Livio Bisterzo the founder and CEO of the snack brand Hippeas

An idea of Livio Bisterzo, Hippeas has now launched in America as a combination of two English words: Hippies and chickpeas - designed to push the strength of a movement and the resulting change.

Livio Bisterzo, originally from Busto Arsizio, left Italy at 18 and moved to London where, after completing his studies, built up his career by working for some of the world's leading distribution companies. The most recent experience before Hippeas has been the development of a luxury men’s grooming range with a friend in London called Kyoku, targeting the premium end of the market.

The mission is to create a business that expresses a cultural change, structured on eco-sustainable food production, in full respect of those involved in it and nature

After selling his interest in that business, Livio decided to back a new enterprise: a drinks brand called  Little Miracle, which he co-managed. It was a success and, over three years, he learnt a lot.

After becoming an expert in marketing and product branding in 2015, he has launched this brand that is , already distributed to over 20,000 points of the most important American and British food-related businesses. Product packaging has received additional awards and is one of the strong points of these natural snacks.  
Hippeas are Healty and Good!  

"Honesty is fundamental," says Livio Bisterzo, founder of Hippeas, at L'Italo Americano, "behind every product there must be a story

Good is also the spirit that links the company's social mission with DiCaprio and his desire to do good works in the world.  The internationally-acclaimed actor joins his career with his commitment to the environment and all causes (including political ones) for the salvation of the planet. The mission is to create a business that expresses a cultural change, structured on eco-sustainable food production, in full respect of those involved in it and nature. With Hippeas Leonardo DiCaprio is also committed to the Farm Africa project, an innovative charity that wants to reduce poverty by helping East Africa farmers grow more, sell more and at a better price.

Bisterzo's products therefore respect not only the environment, but also  people.

People are more careful today about what they eat and what they drink. Information has helped to raise awareness of the food we consume in a new era of food-revolution. It is a revolution that starts from the bottom and is able to give smaller farms and enterprises power in the marketplace.  The millennial consumer no longer trusts in the big multinationals and increasingly chooses the quality of those who are honest.

"Honesty is fundamental," says Livio Bisterzo, founder of Hippeas, at L'Italo Americano, "behind every product there must be a story. The description of the products must tell the truth. It must be an honest story. "

The food industry has to consider several very important factors today: first of all product ethics.

Livio Bisterzo does not hide the satisfaction of this earned success. You can win with a good idea, but nothing comes out of the case, especially when you have to struggle with the rules and tricks of the market. "My company today has 40 employees, but before building it, and before producing our product, there have been years of intense work. Additionally, when you build something new you must also be prepared for failures. I started out in business during university, I felt invincible. But I really wasn’t. I had a couple of tough years, but that's a part of any entrepreneur's journey and part of the learning process. You must show real determination and resilience, also making personal sacrifices."

He tells it by browsing a beautiful yellow book that collects the prototypes of the packages that are now on sale: on every page, graphically perfect, you can already see what the idea would become.

A Carthusian job that does not miss the detail: indeed, it is the details in the marketing industry that make a difference. Timing is then what allows you to win. The talent is  recognizing and developing it before anyone else.

Passion and drive for your idea is essential. Bisterzo travels at least three days a week and responds to the phone 24 hours a day: he considers work and passion as important values ​​in his life, but he still puts his family first. During our meeting,  Livio thanked his wife for her support and continuous presence.

He emphasized the importance of reconciling time between business and family, and said he tries  to spend the weekend with his three children and his life companion as often as possible.   

A life far, far away from what is perceived as Italian.  But there is always a feeling, typical of we Italians, that makes you look back and wonder how it would have all gone, should you have stayed in Italy:  “despite the pride of being born into a country that is home to culture and tradition, that pioneered many innovations, despite the pride of being born into the excellence of the best food in the world, I’m feeling lucky because I am here,  with all my opportunities."

This is the story of Livio Bisterzo, an italian guy who is winning America. And we're sure now: Leonardo DiCaprio is ready to surprise all of us, again, with his new, extraordinary venture.

Un'idea di Livio Bisterzo, Hippeas è ora lanciata in America come una combinazione di due parole inglesi: Hippies e Chickpeas (Hippies e Ceci), destinate a guidare la forza di un movimento e il cambiamento che ne deriva.

Livio Bisterzo, originario di Busto Arsizio, ha lasciato l'Italia a 18 anni e si è trasferito a Londra dove, dopo aver completato gli studi, ha costruito la sua carriera lavorando per alcune delle principali società di distribuzione nel mondo. L'esperienza più recente prima di Hippeas è stata quella di sviluppare, con un amico a Londra, una linea di lusso maschile per la cura del proprio aspetto chiamata Kyoku, puntando alla fetta più alta del mercato.

Dopo aver venduto la sua quota in quella attività, Livio ha deciso di sostenere una nuova impresa: un marchio di bevande chiamato Little Miracle, che co-gestisce. E’ stato un successo e in tre anni ha imparato molto.

Diventando dal 2015 un esperto di marketing e di marchi di prodotti, ha lanciato questo marchio che è già distribuito a oltre 20.000 punti fra più importanti aziende americane e britanniche in materia di prodotti alimentari. L'imballaggio del prodotto ha ricevuto premi aggiuntivi ed è uno dei punti forti di questi snack naturali.

Hippeas sono salutari e buoni!

Buono è anche lo spirito che collega la missione sociale della società a DiCaprio e al suo desiderio di fare opere buone nel mondo. L'attore acclamato a livello internazionale unisce la sua carriera con il suo impegno per l'ambiente e le cause (compresa la politica) per la salvezza del pianeta. La missione è creare un business che esprima un cambiamento culturale, strutturato su produzioni alimentari eco-sostenibili, nel pieno rispetto della natura e di coloro che lavorano. Con Hippeas Leonardo DiCaprio si impegna anche nel progetto Farm Africa, un'innovativa organizzazione benefica che vuole ridurre la povertà aiutando gli agricoltori dell'Africa Orientale a crescere di più, a vendere di più e ad un prezzo migliore.

E i fattori climatici degli ultimi anni hanno contribuito ad aumentare il livello di povertà in alcune parti del mondo. I prodotti di Bisterzo quindi rispettano non solo l'ambiente ma anche la gente.

Oggi le persone sono più attente a ciò che mangiano e a cosa bevono. Le informazioni hanno contribuito ad aumentare la consapevolezza del cibo che consumiamo in una nuova fase della rivoluzione alimentare.

È una rivoluzione che inizia dal basso ed è in grado di dare potere sul mercato alle piccole e deboli aziende. Il consumatore millennial non si fida più delle grandi multinazionali e sceglie la qualità di chi è onesto.

"L'onestà è fondamentale," afferma Livio Bisterzo, fondatore di Hippeas, a L’Italo-Americano, "dietro ogni prodotto deve esserci una storia, la descrizione dei prodotti venduti deve dire la verità, deve essere una storia onesta".

L'industria alimentare deve oggi considerare diversi fattori molto importanti: innanzitutto l'etica dei prodotti.

Livio Bisterzo non nasconde la soddisfazione per questo successo guadagnato. Puoi vincere con una buona idea, ma niente arriva per caso, soprattutto quando devi lottare con le regole e i trucchi del mercato. "La mia azienda oggi ha 40 dipendenti, ma prima di costruirla, e prima di produrre il nostro prodotto ci sono stati anni di intenso lavoro. Inoltre, quando si costruisce qualcosa di nuovo, devi anche essere preparato per i fallimenti. Mi sono messo in affari durante l’università. Ero invincibile, ma in realtà non lo ero. Ho avuto un paio di anni difficili, è parte del percorso di ogni imprenditore ed è parte del processo di apprendimento: è necessario dimostrare una reale determinazione e resilienza, anche facendo sacrifici personali".

Lo racconta sfogliando un bel libro giallo che raccoglie i prototipi dei pacchetti che sono ora in vendita: in ogni pagina, graficamente perfetta, è già possibile vedere come si svilupperà l'idea.

Un lavoro certosino che non perde di vista il dettaglio, anzi, sono i dettagli che fanno la differenza nel marketing. Il tempo è ciò che ti permette di vincere: esserci nel momento giusto. Il talento è saperlo riconoscere e svilupparlo prima di chiunque altro.

La passione e l’energia per l’idea sono essenziali. Bisterzo viaggia almeno tre giorni alla settimana e risponde al telefono 24 ore al giorno. Considera il lavoro e la passione come valori importanti nella vita di un uomo che ancora mette la sua famiglia innanzi a tutto. Durante il nostro incontro Livio ha ringraziato la moglie per il suo sostegno ed è sempre lì.
Ha messo in evidenza di conciliare il tempo tra lavoro e famiglia cercando di trascorrere quanto più possibile il fine settimana con i suoi tre figli e la sua compagna di vita.

Sembra una vita molto lontana dall'Italia. Ma c'è sempre un sentimento italiano che fa guardare indietro e immaginare come sarebbe andata se fosse rimasto in Italia? "Nonostante l'orgoglio di essere nato in un paese che ospita la cultura e la tradizione, è stato anche pioniere di molte innovazioni, nonostante l'orgoglio di essere nato nell'eccellenza del miglior cibo del mondo, mi sento fortunato perché sono qui con la mia opportunità".

Questa è la storia di Livio Bisterzo, un ragazzo italiano che vince in America.

Ed ora siamo sicuri: Leonardo DiCaprio è pronto a sorprenderci tutti, di nuovo, come al solito, con il suo nuovo straordinario lavoro.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

Recommended

Venice Glass Week: breaking the mould in Murano

Wander the back streets of Murano and you can hear the roar of furnaces behind blind factory walls. The air trembles and there’s a perpetual orange...

Michelle Bufano: all fired up to bring glass art to the world

A semester abroad changed the very course of Michelle Bufano’s life. Bufano, executive director of Chihuly Garden and Glass in Seattle, was a science...

A Journey to Porto Ercole, Caravaggio's “Last Resort”

There is a place in southern Tuscany, just near the border with the Lazio region, to which vacationers, as well as art historians and culture lovers...

Partinico and Alcamo, Sicily: poetic path to Via Frank Zappa

Ironically enough, musical genius Frank Zappa and a 13th century poet, Cielo d’Alcamo, had some important things in common. These artists so vastly...

Searching for the origins of La Bella Lingua (Part I): Dante and Florence

It appears that modern Italy was unified by literature long before it existed as a single nation on the map. Although up to a century and a half ago...

Weekly in Italian

Recent Issues