L’emigrato abruzzese imbarcato USS Arkansas BB-33

L’emigrato abruzzese imbarcato USS Arkansas BB-33

Antonio Giuseppe D’Andreagiovanni (Anthony Joseph Daniger) l’abruzzese che combatté le più importanti battaglia della Seconda Guerra Mondiale: lo “Sbarco in Normandia”, la cruenta “Battaglia di Cherbourg”, le leggendarie conquiste di “Iwo Jima” e di “Okinawa” lo videro sempre coraggioso protagonista sulla nave “USS Arkansas BB-33”. Era nato a Montesilvano nel 1925.

Antonio Giuseppe D’Andreagiovanni, negli Stati Uniti divenne Anthony Joseph Daniger, nacque a Montesilvano, il 18 novembre del 1925, da Donato e Concetta. Le sue vicende, legate all’emigrazione, sarebbero state come una delle tante e non dissimili storie. Ma il ragazzo di Montesilvano invece visse, da protagonista, la Seconda Guerra Mondiale e con essa incontrò la Storia.

 Quasi tutti hanno letto dello “Sbarco in Normandia”, della cruenta “Battaglia di Cherbourg”, della leggendaria conquista di “Iwo Jima” e delle operazioni di “Okinawa”. Quasi tutti ne hanno sentito parlare ma Antonio Giuseppe D’Andreagiovanni le visse e combatté davvero.

Imbarcato, come marinaio, sulla “USS Arkansas BB-33” (nave da battaglia della United States Navy) si trovò a vivere da vicino e coraggiosamente vicende destinate a non essere mai più dimenticate. Antonio Giuseppe vide combattere, vide morire e vide issare vittoriosa la bandiera per la quale combatté. Ottenne per questo importanti riconoscimenti militari.

Poi una volta sbarcato dalla sua “USS Arkansas BB-33”, con umiltà e come ogni buon soldato, tornò nel suo piccolo villaggio di South Glens Falls nello Stato di New York. Venne spesso chiamato per ricordare quelle vicende e immancabilmente i suoi occhi si riempivano di lacrime.

Dopo la guerra il suo lavoro fu quello di rappresentante-venditore e in questo l’aiutò la sua proverbiale ed inarrestabile parlantina. Amò i cani e la caccia grazie ai quali, durante i duri anni trascorsi a Mechanicville, riuscì a procurare cibo per la sua famiglia.

Sposò, nel 1957, il grande amore della sua vita, Mary LaClair, dalla quale ebbe tre figli: Daniel, William e Anthony. Antonio Giuseppe D’Andreagiovanni (Anthony Joseph Daniger) morì il 19 novembre del 2015.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

Dal sindaco al capo della polizia: a Philadelphia per barba e capelli tutti dal ‘barbiere abruzzese’

Dal sindaco al capo della polizia: a Philadelphia per barba e capelli tutti dal ‘barbiere abruzzese’

Celestino Ambrosini, uno dei più grandi barbieri di Philadelphia, era abruzzese. Nacque a Chieti nel 1858 (un’altra fonte colloca la sua data di...
Cento anni fa la Grande Guerra. Storia di Francesco Rossi, Medaglia d’Oro

Cento anni fa la Grande Guerra. Storia di Francesco Rossi, Medaglia d’Oro

Si è tenuta l’11 novembre a Paganica, presentando il volume “Cento anni fa la Grande Guerra – Il contributo reso dai cittadini in armi del Comune di...
Dal sogno americano del padre abruzzese alla Guerra di Corea del figlio italo-americano

Dal sogno americano del padre abruzzese alla Guerra di Corea del figlio italo-americano

Nello Valoroso (Valorosi) nacque il 3 agosto del 1927 a Madera Country in California. Ma le sue origini, di cui andò sempre fiero, erano abruzzesi...
A lui è intitolato il Montagna Simposium on the Biology of Skin che ogni anno richiama centinaia di studiosi in Oregon

A lui è intitolato il Montagna Simposium on the Biology of Skin che ogni anno richiama centinaia di studiosi in Oregon

Quando nacque a Roccacasale (L’Aquila), sull’Europa stava per abbattersi la prima grande tragedia bellica mondiale ma quel 6 luglio 1913 in casa...
Donna Gemma, maestra nell’arte della terra e fotografa del profondo Sud

Donna Gemma, maestra nell’arte della terra e fotografa del profondo Sud

L’arte, la cultura, la creatività, la determinazione delle donne del profondo Sud, soprattutto negli anni difficili della prima metà del Novecento,...

Weekly in Italian

Recent Issues