The beauty and art and Made in Italy ceramics...in the US

A sampling of Susanna DeSimone's art

Italy is known all over the world for its ceramics. Indeed, handmade and hand painted pottery is common all over the country, from north to south: colorful and bold or understated and elegant, you can find almost everything made of ceramic, from kitchenware to precious ornamental pieces. The art of Italian pottery it’s been the Spalluto family’s love and life for 30 years, a passion that brought the creativity and skills of many Italian artists into the home of Americans, contributing to the widespread diffusion of a form of art which is often overlooked. Thanks to  the Spalluto family,  and by taking a look at their Italian Pottery Outlet in Santa Barbara, we of L’Italo Americano learned something more about the art of pottery and what the American public likes the most. Julie Spalluto tells us more about her family, their love  for ceramics and their beloved family business.  

An example of the exquisite artistry of Deruta

Tell us something about yourselves: how did you discover Italian pottery and what made you think about making a living out of it?
After our father retired from his electronics business in his early forties, he and my mother started looking for their next chapter. After a few attempts in different directions, in 1982 they found their passion – Italian pottery. The beautiful pottery of Italy can be found in most Italian American households. It is close to all our hearts, often part of family traditions or heirlooms. Finding the artists who create this functional art is so exciting. Our dad was raised in Puglia, so he loved the idea of mixing importing with family visits. The business began strictly as a wholesale distributor and the first artist was Nino Parrucca. In the following years more ceramicists were added from all over Italy. We buy from small family owned factories and have become friends with the multiple generations who run them. This is incredibly rewarding.

In 1993 we opened our warehouse to the public and the Italian Pottery Outlet was born. Our parents always dreamed of this being a family business and in the 90’s that dream came true when three of us joined our parents.

Famiglia Spalluto:  Francis, Joe, Julie, Ben, Carol,  and  Adele

The art of pottery is an old and well known tradition of Italy, very much developed all over the country: beside obvious practical reasons, why do you think this art form became so immensely popular in the country?  

It’s a really rewarding, therapeutic art form for the creator, and one that serves everyday purpose while also being beautiful. I think most likely it became popular in Italy because the materials were so accessible - from the original clay dug out of riverbeds, to the minerals that comprised the glazes – but it didn’t really become the “Italian pottery” we think of today until the Renaissance, when there was such an explosion in artistic prowess and technical knowledge. Once the Italians became such experts in the craft, their production became world-renowned, which is quite a feat in and of itself in the days where information traveled by ships! Since so many Americans are of Italian descent, I think the memories of these works of art and the nostalgia that comes with seeing them are ingrained in our consciousness, which is why it is still highly regarded here, today. Plus, the quality of the craftsman is undeniable, as is the case with most Italian-made things!

A collection of some of our most popular patterns; Toscana Bees, Raffaellesco, Alcantara, Ricco, and Limone

You truly offer an immense variety of beautiful ceramics, in some of the most famous Italian pottery styles: Tuscan, Deruta, and Southern Italian, only to name a few. Do you have a personal favorite and why?
My personal favorite is the work of Sicilian artist Susanna DeSimone. Many people are familiar with the work of her father, Giovanni, who was a prominent ceramicist from the 1960s until he passed away in the early 1990s. Susanna’s work is very much inspired by the work of her father; bold, primary colors on a bright white background featuring images of Sicilian villages, mermaids and sailors at sea, sea creatures and birds. It is sort of reminiscent of cubism and has a bit of a mid-century aesthetic, but it also feels timeless.

Many people, I think, tend to forget sometimes pottery and ceramics are a real art form, especially the handmade and hand painted ones you propose. You have, for instance, some Della Robbia style ornamental pieces, indeed very beautiful, and amazingly colorful decorative tiles. Do you think ceramics should get more attention from this point of view, that their artistic value should be more emphasized?
I’m so glad you mentioned this! Yes, I think that people have become so accustomed to functional ceramics, often made on an assembly line, minimally decorated or mass-produced with decals (as opposed to hand painted), that it’s very easy to forget that it is a true art form - and one that has been perfected over centuries by expert Italian artisans, who have passed the first-hand knowledge along to their protégés,  generation after generation. Our ceramics are completely handmade and hand painted in Italy from start to finish, and the artists are paid a living wage.

They’re functional pieces of art; you get to enjoy your coffee from a work of art each morning and eat your dinner from another every night. It’s not uncommon for us to hear commentary on the costs of some of our pieces (though we do have options at every price point), but when I remind our sticker-shocked friends that these are entirely handmade and hand painted, and we have a conversation about what goes into making them, they find our prices are quite reasonable. This reminds me of a story about Picasso that I think hits the nail on the head. The legend goes that Picasso was sitting in a Paris café when someone approached him requesting a sketch on a paper napkin. Picasso agreed and quickly produced a sketch, but before handing it over requested a large sum of money to the shock of his admirer. “How can you ask for so much!? It took but a minute to draw!” to which Picasso replied, “Not so – this took me 40 years.”

One last curiosity: what do your customers like the most? What’s, in other words, your best seller style and why?  
Our customers generally sit in one of two different camps; either they lean more toward the fruit designs, or they tend toward the bold geometric designs. Our Alcantara collection, which features a crisp white background with bright yellow lemons and cobalt accents, has always been a best-seller and because it’s a bit more understated than some of our other patterns, it’s a safe bet when people are considering gifts for friends or family. Perhaps equally popular is the Raffaellesco design, which originated during the Renaissance and features the benevolent seafaring dragon and namesake of the Great Master painter, Raphael. Because this dragon is a symbol of good luck and calm seas, this collection is often given as engagement or wedding presents.

L'Italia è conosciuta in tutto il mondo per le sue ceramiche. Infatti, le ceramiche fatte e dipinte a mano sono comuni in tutto il Paese, da nord a sud: colorate e audaci o sobrie ed eleganti, è possibile trovare quasi tutto in ceramica, dagli utensili da cucina ai preziosi pezzi ornamentali.  

L'arte della ceramica italiana è stata per 30 anni l'amore e la vita della famiglia Spalluto, una passione che ha portato la creatività e le capacità di molti artisti italiani nelle case degli americani, contribuendo alla diffusione capillare di una forma d'arte che viene spesso trascurata.  

Grazie alla famiglia Spalluto, e dando un'occhiata al loro negozio di ceramica italiana a Santa Barbara, noi de L'Italo Americano abbiamo imparato qualcosa di più sull'arte della ceramica e su ciò che piace al pubblico americano. Julie Spalluto ci racconta di più sulla sua famiglia, sul loro amore per la ceramica e sulla loro amata attività familiare.  

Ci racconti qualcosa di sè: come ha scoperto la ceramica italiana e cosa le ha fatto pensare di guadagnarci da vivere?
Dopo che nostro padre si ritirò dalla sua ditta di elettronica, poco più che quarantenne, lui e mia madre iniziarono a cercare il capitolo successivo. Dopo alcuni tentativi in diverse direzioni, nel 1982 trovarono la loro passione: la ceramica italiana. La bella ceramica d'Italia si trova nella maggior parte delle famiglie italoamericane. È vicina ai nostri cuori, spesso è parte di tradizioni familiari o di cimeli di famiglia.

Trovare artisti che creano questa arte funzionale è così eccitante. Nostro padre è cresciuto in Puglia, quindi amava l'idea di mescolare l'importazione con le visite di famiglia. L'attività iniziò strettamente come distribuzione all'ingrosso e il primo artista fu Nino Parrucca. Negli anni successivi furono aggiunti più ceramisti da tutta Italia. Compriamo da piccole fabbriche a conduzione familiare e siamo diventati amici delle generazioni successive che le gestiscono. Questo è incredibilmente gratificante. Nel 1993 abbiamo aperto il nostro magazzino al pubblico ed è nato l'Italian Pottery Outlet. I nostri genitori hanno sempre sognato di essere un'azienda familiare e negli anni '90 quel sogno si è avverato quando tre di noi hanno seguito i nostri genitori.

L'arte della ceramica è una tradizione antica e ben conosciuta in Italia, molto sviluppata in tutto il Paese: oltre a ovvi motivi pratici, perché pensa che questa forma d'arte sia diventata così immensamente popolare nel Paese?  
È una forma d'arte terapeutica davvero gratificante per il creatore e serve allo scopo quotidiano pur essendo anche bella. Penso che molto probabilmente sia diventata popolare in Italia perché i materiali erano così accessibili - dall'originale argilla scavata nei letti dei fiumi, ai minerali contenuti negli smalti - ma non è diventata la "ceramica italiana" che pensiamo oggi fino al Rinascimento, quando c'è stata una tale esplosione in prodezza artistica e conoscenza tecnica. Una volta che gli italiani sono diventati così esperti nell'artigianato, la loro produzione è diventata famosa in tutto il mondo, il che è stato piuttosto un'impresa in tempi in cui le informazioni viaggiavano sulle navi! Dal momento che tanti americani sono di discendenza italiana, penso che i ricordi di queste opere d'arte e la nostalgia che viene col vederli siano radicati nella nostra coscienza, motivo per cui sono ancora molto apprezzate qui, oggi. Inoltre, la qualità dell'artigiano è innegabile, come nel caso della maggior parte delle cose fatte in Italia!  

Offrite davvero un'immensa varietà di belle ceramiche, in alcuni dei più famosi stili ceramici italiani: toscani, Deruta e meridionali, solo per citarne alcuni. Ne ha uno preferito e perché?  
Il mio preferito è il lavoro dell'artista siciliana Susanna DeSimone. Molte persone hanno familiarità con il lavoro di suo padre, Giovanni, che era un importante ceramista dagli anni '60 fino alla sua scomparsa all'inizio degli anni '90. Il lavoro di Susanna è molto ispirato al lavoro del padre; colori primari vivaci su uno sfondo bianco luminoso con immagini di villaggi siciliani, sirene e marinai in mare, creature marine e uccelli. È una specie di cubismo e ha un po' un'estetica di metà secolo, ma si percepisce anche senza tempo.

Molte persone, penso, alle volte tendono a dimenticare che le ceramiche sono una vera forma d'arte, specialmente quelle fatte e dipinte a mano che proponete. Ad esempio, avete alcuni pezzi ornamentali in stile Della Robbia, davvero molto belli e piastrelle decorative incredibilmente colorate. Pensa che la ceramica dovrebbe ottenere maggiore attenzione da questo punto di vista, che il suo valore artistico dovrebbe essere più enfatizzato?  
Sono così felice che abbia parlato di questo! Sì, penso che la gente sia diventata così abituata alla ceramica funzionale, spesso realizzata su una catena di montaggio, decorata in minima parte o prodotta in serie con decalcomanie (anziché dipinta a mano), che sia facile dimenticare che è una vera forma d'arte - e un’arte che è stata perfezionata nel corso dei secoli da esperti artigiani italiani, che hanno tramandato la conoscenza di prima mano ai loro protetti, generazione dopo generazione. Le nostre ceramiche sono completamente fatte a mano e dipinte a mano in Italia dall'inizio alla fine e gli artisti ricevono un salario di sussistenza. Sono opere d'arte funzionali; puoi goderti il caffè da un'opera d'arte ogni mattina e mangiare la tua cena in un'altra ogni sera.  
Non è insolito per noi ascoltare commenti sui costi di alcuni nostri pezzi (anche se abbiamo opzioni per ogni tipologia di prezzo), ma quando ricordo ai nostri amici abituati agli adesivi che questi sono interamente fatti a mano e dipinti a mano, e abbiamo una conversazione su ciò che comporta farli, trovano che i nostri prezzi siano abbastanza ragionevoli.  

Questo mi ricorda una storia su Picasso che penso colga nel segno. La leggenda narra che Picasso fosse seduto in un caffè di Parigi quando qualcuno gli si avvicinò chiedendo uno schizzo su un tovagliolo di carta. Picasso accettò e rapidamente produsse uno schizzo, ma prima di consegnarlo richiese una grossa somma di denaro choccando l’ammiratore. "Come può chiedere così tanto!? Ci è voluto un minuto per disegnare!". Al che Picasso ha risposto: "Non è così - mi ci sono voluti 40 anni".  

Un'ultima curiosità: cosa piace di più ai suoi clienti? Qual è, in altre parole, il vostro stile best seller e perché?  
I nostri clienti generalmente appartengono a due diversi gruppi; o sono attratti dai disegni di frutta, o tendono ai disegni geometrici audaci. La nostra collezione di Alcantara, che presenta uno sfondo bianco nitido con limoni gialli brillanti e accenti di cobalto, è sempre stata un best-seller e poichè è un po 'più discreta di alcuni altri nostri modelli, è una scommessa sicura quando le persone la prendono in considerazione come regalo per amici o famiglia. Forse altrettanto famoso è il disegno raffaellesco, che ha avuto origine durante il Rinascimento e presenta il benevolo dragone marinaro e omonimo del grande maestro di pittura, Raffaello. Poiché questo drago è simbolo di buona fortuna e mare calmo, questa collezione è spesso data come regalo di fidanzamento o di nozze.

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

The Bells of Agnone: Marinelli’s family handcrafting papal bells since 1339

There is a special sound that speaks of Italy, the same for thousands of years, a sound that becomes one with the country’s landscape, dotted with...

Ciao belli! A little history of Italy’s most popular word

Isn’t Summer the perfect season for trivia? I don’t know you, but when the heat hits I suddenly develop a thirst for curious facts and tasty tidbits...

Rocca Imperiale, the scent of lemons at sea

For a new angle on Italy, ditch the car and try sailing off on the Ionian Sea along the coast off Rocca Imperiale, a bijou-size borgo that just...

Venice’s pali da casada and the history they hide

Every year hundreds of trees are cut down. They’re trimmed, sanded and hand-painted, then pile-driven into the dense mud of the Venetian lagoon. It’s...

Chinotto: a fully Italian vintage soda

Chinotto is a citrus fruit originally from China, exclusively grown on the Ligurian coast, in the Savona area since the end of the 19th century...

Weekly in Italian

Recent Issues