Le città d’arte trainano il turismo italiano. Boom di Matera e Napoli

Le città d’arte trainano il turismo italiano. Boom di Matera e Napoli
Le città d’arte trainano il turismo italiano. Nel 2017 le località d’interesse storico ed artistico hanno registrato una crescita sostenuta sia degli arrivi (43,8 milioni, il 2,3 milioni in più del 2016) che delle presenze (115,3 milioni, +4,5 milioni sullo scorso anno) di turisti. 
 
A farsi ‘catturare’ dal fascino del nostro vasto patrimonio culturale soprattutto i mercati esteri: i visitatori stranieri rappresentano oltre il 60% delle presenze nelle città d’arte, ed hanno speso per le loro vacanze culturali circa 13,9 miliardi di euro nel solo 2017. Si tratta del 38,3% della spesa complessiva dei turisti stranieri in Italia. I visitatori di altri Paesi che vengono in Italia per motivi culturali spendono ogni giorno il 27% in più: 133 euro rispetto ai 105 euro della media di tutti i turisti stranieri.
 
Dalle elaborazioni condotte da Cst per Confesercenti emerge che dal 2010 al 2017 le presenze turistiche nelle città d’arte italiane sono passate da 93,9 a 115,3 milioni, con un incremento complessivo del 22,8% (+21,4 milioni), segnando una diminuzione solo nel 2012, l’anno più duro della crisi. 
Tra le principali località di interesse, a registrare la performance migliore in questo periodo è stata Matera, con un aumento boom del 176% delle presenze negli ultimi sette anni, dovuto soprattutto alla domanda straniera (+216%). 
 
Nella top 5 delle città d’arte a maggior crescita turistica seguono Napoli (+91,3% sul 2010), Verona (+62,7%), Padova (+55,6%) e Bologna (+55%).
Il lungo periodo positivo del turismo delle città d’arte ha portato anche ad un incremento eccezionale delle attività ricettive, che tra il 2010 ed il 2017 sono aumentate di 21mila unità, per un incremento dell’81%. 
Nello stesso periodo, i posti letto disponibili sono cresciuti del 19% (+155mila), trainati dall’offerta extralberghiera (+37,8% sul 2010). Nelle città d’interesse storico ed artistico, ormai il 52,5% dei posti letto è nel circuito extralberghiero. Erano il 45,4% nel 2010.
 
La crescita di arrivi e presenze nelle città d’arte va di pari passo con la crescita dei visitatori nei musei, monumenti e aree archeologiche statali. Nel 2017 sono aumentati del 10,8% raggiungendo la quota record di 50 milioni. Un incremento straordinario, che corona  un periodo di lunga crescita: dal 2010 al 2017 i visitatori di musei e monumenti sono stati 12,9 milioni in più, con un aumento sia dei visitatori paganti (+55%) che non paganti (+20%).
 
In salita anche gli introiti dei musei che, al lordo della quota spettante al concessionario del servizio biglietteria, sono quasi raddoppiati, passando dai 104,5 milioni di euro realizzati nel 2010 ai 194 milioni del 2017 (+85,6%). 
Roma si conferma regina dei monumenti, con 21 milioni di visitatori nel 2017, in crescita del 66% rispetto a sette anni fa. Seguono Firenze (6,5 milioni, +32% sul 2010), Pompei (3,4 milioni, +47%), Napoli (2,6 milioni +45%) e Torino (1,3 milioni, +44%).

 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

SPONSORED

Recommended

In Liguria esercitazione in partnership tecnico-professionale subacquea tra la US Navy e la Marina Militare

In Liguria esercitazione in partnership tecnico-professionale subacquea tra la US Navy e la Marina Militare

Si è concluso a bordo della nave salvataggio Anteo il periodo di scambio tecnico-professionale subacqueo tra la US Navy e la Marina Militare, con la...
In Italia (e soprattutto al Sud) oltre 5 milioni di poveri cioè 8 persone ogni 100: il valore più alto dal 2005

In Italia (e soprattutto al Sud) oltre 5 milioni di poveri cioè 8 persone ogni 100: il valore più alto dal 2005

Nel 2017 le persone che vivono in povertà assoluta in Italia hanno superato i 5 milioni cioè sono 8 su cento. E' il valore più alto registrato dall'...
Nasce la rete dei siti Unesco del Sud Italia: 5 regioni e 14 monumenti insieme per crescere con la cultura

Nasce la rete dei siti Unesco del Sud Italia: 5 regioni e 14 monumenti insieme per crescere con la cultura

Cinque le regioni del Mezzogiorno coinvolte e 14 i monumenti inseriti nel progetto "Rete Siti Unesco" che prevede un investimento di oltre un milione...
Addio a Marchionne, l'uomo che cambiò il destino della Fca

Addio a Marchionne, l'uomo che cambiò il destino della Fca

Nel giorno in cui FCA riporta per la prima volta una liquidità netta industriale, a quota 0,5 miliardi di euro e ricavi netti per 29 miliardi di euro...
Diventa patrimonio mondiale dell'Unesco Ivrea, la città industriale ideata dal visionario imprenditore Olivetti

Diventa patrimonio mondiale dell'Unesco Ivrea, la città industriale ideata dal visionario imprenditore Olivetti

E’ stata proclamata “città ideale della rivoluzione industriale del Novecento”: siamo a Ivrea, 54° sito italiano inserito nel prestigioso elenco dei...

Weekly in Italian

Recent Issues